12 scampi nostrani interi, 2 pomodori San Marzano,
1 spicchio d’aglio, 1/2 cipollotto, 1 peperoncino, sale e pepe, prezzemolo tritato, basilico, spaghetti a trafila ruvida.

Tritare l’aglio e il cipollotto; disporre gli scampi e lasciarli soffriggere per alcuni minuti in una padella capiente. Aggiungere un bicchiere di vino bianco e lasciare evaporare. Terminare la cottura aggiungendo il pomodoro e regolando di sale e peperoncino. Cucinare la pasta al dente e terminare la cottura in padella; adagiare gli scampi nei piatti e appoggiarvi sopra gli spaghetti. Spolverizzare il piatto con prezzemolo e basilico tritati.

BUZARA

La preparazione tipica della regione ha origini dalmate ed è giunta a Trieste nel secondo dopoguerra. Nel 1969 il vocabolo compare nel Nuovo Dizionario del Dialetto Triestino di Gianni Pinguentini. Sul significato del termine c’è chi sostiene che indicava una pentola in coccio o in ferro usata dai pescatori per cuocere i pasti di bordo. Mario Doria, nel suo Grande Dizionario del Dialetto Triestino, riporta il significato di imbroglio o fregatura.

Vino Consigliato: Collio Doc Friulano
Sapido, con armonica complessità floreale, fruttata e minerale; il retrogusto di mandorla è integrato da piacevole sensazione balsamica.

Ristorante Campiello

Via Nazionale, 40 – San Giovanni al Natisone (UD) – tel. 0432 757910 – www.ristorantecampiello.it
Dario sceglie il pesce con profonda conoscenza. Le sue creazioni in cucina sono geniali; riesce a mettere in perfetta sintonia colori, aromi e sostanza nel rispetto assoluto della materia prima.