Il volto sociale Amorim Cork Italia  si è arricchito nel 2017 della strategia “Eticork”: una forma di analisi e riconoscimento dei progetti solidal-enologici che si sono maggiormente distinti sul territorio nazionale per costanza, profondità di intervento e rilevanza sul territorio.

Quest’anno, al Merano WineFestival, in stretta collaborazione con Vinibuoni d’Italia, durante la presentazione alla stampa della guida, Amorim Cork Italia ha consegnato il premio all’iniziativa “Insieme per Pantelleria” all’azienda Pellegrino di Marsala, nella persona del direttore commerciale Emilio Ridolfi.

«La sfida che Amorim Cork Italia si pone tutti i giorni, oltre alla ricerca per la qualità assoluta di ogni singolo tappo prodotto, è l’impegno di operare slow in questi tempi fast – ha affermato durante la manifestazione l’a.d. Carlos Veloso dos Santos -. Un albero di sughero per diventare adulto impiega 25 anni e ogni nove anni viene decorticato come si fa con la tosatura delle pecore, i ritmi di Madre Natura non si possono modificare anche se vanno a contrapporsi a un mondo che sta facendo della velocità un valore essenziale. Contribuire a un mondo migliore è dovere di tutti, solo tutelando i valori della sostenibilità si riesce a diffondere un principio strettamente collegato al tempo e ai ritmi naturali.”.

È dalla volontà etica di Amorim Cork Italia che è nata una strategia operativa che si fonda su un concetto di sostenibilità totale – ambientale, economica e sociale – che negli anni si è tradotto in un percorso in continua ascesa grazie anche ai ben 35 partner presenti su tutto il territorio nazionale, tra cui si annoverano enti, istituzioni, aziende e 27 associazioni senza scopo di lucro.

Nel solo 2017 verranno donati circa 42.000 euro in beneficenza, per un totale di 60 tonnellate di tappi in sughero usati e raccolti che troveranno nuova vita.