Concluse a Buttrio le finali che hanno assegnato i massimi riconoscimenti ai vini di eccellenza. Grande successo dell’evento “Oggi le Corone le decido IO”. Anche giornalisti e blogger al voto con gli stessi vini analizzati dai coordinatori regionali confermando l’ormai consolidata trasparenza della guida del Touring. Al Friuli Venezia Giulia 35 corone.

• Con la cerimonia pubblica che si è tenuta sabato 25 luglio alle 18,30 a Villa di Toppo Florio a Buttrio (UD) si sono ufficialmente conclusi i lavori della guida Vinibuoni d’Italia 2016 del Touring. La cerimonia di proclamazione delle Corone ha visto la partecipazione di molti produttori della Regione, che con la loro presenza hanno sottolineato il grande successo dei vini friulani con 35 corone ottenute su 44 finalisti presentati.
Il grande impegno organizzativo della Pro Loco Buri in collaborazione con Ersa e Turismo FVG ha permesso l’andamento regolare e perfetto delle degustazioni che anche quest’anno hanno coinvolto i 27 coordinatori regionali della guida che nella tre giorni di Buttrio si sono impegnati a fondo nella difficile individuazione dei vini che hanno meritato l’ambito premio della Corona. I vini serviti coperti dai sommelier della Pro Loco Buri sono passati a Corona con voto di maggioranza.

• Alla Finale di Buttrio sono giunti 652 vini in rappresentanza di tutte le regioni italiane, vini ottenuti da affermati vitigni autoctoni italiani, ma anche da vitigni poco conosciuti che rappresentano l’orgoglio e la ricerca operata negli ultimi anni da vignaioli attenti a rivalutare l’immenso patrimonio ampelografico della Penisola.

• Le corone. Una selezione senza dubbio rigorosissima.
Hanno raggiunto l’ambito riconoscimento della Corona 467 vini. Insigniti della Golden Star, sono stati 185. Un risultato eclatante che sanziona definitivamente una grande crescita qualitativa che evidenzia vini autoctoni capaci di esprimere eleganza, finezza, equilibrio, qualità e precisa espressione del varietale e del territorio.
Anche per questa 13° edizione sono stati circa 25.000 i campioni degustati “alla cieca” dalle diverse commissioni regionali nelle fasi di selezione.  I 652 vini che sono stati ammessi alle finali rappresentano appena il 2,62% delle etichette partecipanti. Un dato che contravviene quello che ad una lettura veloce e superficiale potrebbe sembrare un numero elevato di concorretnti al riconoscimento massimo. A suffragare il rigore selettivo sono inoltre i vini che hanno ottenuto la Corona di Vinibuoni d’Italia, che rappresentano appena l’1,87% dei partecipanti. Tuttavia, rispetto ai valori dello scorso anno, le corone sono il 6% in più e il dato va interpretato senza dubbio come un aumento generale della qualità dei vini italiani da vitigni autoctoni.
In questi numeri sono considerati anche gli spumanti Metodo Classico, che in gran parte non sono da autoctoni. Il riconoscimento top della Corona è stato sancito con voto palese delle tre commissioni in cui – durante le finali  – sono stati suddivisi i coordinatori regionali., esclusi tuttavia dal voto sulla propria regione.
Anche il diploma di Golden Star, assegnato ai vini che non hanno raggiunto la Corona sancisce un livello di qualità eccelso del vino nella sua tipologia, perfettamente aderente al territorio che lo esprime. Non si tratta dunque di un semplice premio di consolazione.

• Oggi le Corone le decido io
Ad affiancare il lavoro dei coordinatori della guida, si sono aggiunte le giurie composte da giornalisti di settore – Paul Balke, Giuseppe Casagrande, Lorenzo Colombo, Toni Gomisek, Davide Gangi e Fabio Piccoli – oltre a wine lovers, quasi tutti sommellier, che hanno degustato in contemporanea gli stessi vini che venivano valutati dai coordinatori della guida. Il progetto, dal titolo “Oggi le Corone le decido IO”, ideato da Vinibuoni d’Italia sta godendo di un forte interesse tra il pubblico, tant’è vero che la richiesta di partecipazione è andata in over booking.

• “Il sogno di una notte di mezza estate” dei vignaioli italiani si è concluso a Villa di Toppo Florio a Buttrio dove gli ospiti hanno potuto degustare tutti i 652 vini finalisti di Vinibuoni d’Italia 2016, che hanno accompagnato il goloso percorso gastronomico allestito dalla Pro Loco Buri in collaborazione con Ersa e con il Comune di Buttrio. Protagonisti i fasolari della Cooperativa dei Pescatori di Marano, il Prosciutto in crosta di Dentesano, il riso ai frutti di mare, i Formaggi delle Malghe Friulane, le carni della Pezzata rossa friulana e i dolci caratteristici della Regione.

le corone di Vinibuoni d’Italia
le Golden Star di Vinibuoni d’Italia