400 g di cavolfiore, 400 g di patate, 500 g di latte, 500 g di acqua, 10 g di sale, 300 g di guanciale di maiale, 6 cespi di radicchio di Gorizia, olio evo, aceto balsamico.

In una pentola, unire il latte, l’acqua, il cavolo, le patate e il sale. Portare a ebollizione e cuocere per circa 20 minuti. A cottura ultimata, passare tutto al frullatore.
A parte tagliare a piccoli dadini il guanciale, soffriggerlo lentamente. Appena i dadini avranno rilasciato tutto il grasso e saranno dorati e croccanti, metterli da parte tenendoli in caldo. Sfumare il fondo del grasso con aceto balsamico. Mondare e lavare i cespi di radicchio e condirli con il grasso sfumato di balsamico.
In una fondina disporre la vellutata di cavolfiore, adagiarvi al centro le foglie di radicchio e le cicciole di maiale. Finire con un filo di olio extravergine di oliva.

Rosa di Gorizia

Non si tratta di un fiore, ma di una varietà pregiata di radicchio rosso. La sua coltivazione è tipica del nord-est dell’Italia e avviene ormai da ben duecento anni con tecniche su piccola scala che si tramandano di generazione in generazione. I produttori locali custodiscono ogni segreto necessario alla coltivazione di un vero e proprio gioiello della biodiversità agroalimentare italiana.

Vino consigliato: Friuli Aquileia Doc Merlot
Il tajut rosso dei Friulani; sul piatto è da cogliere giovane, beverino, vinoso e scorrevole.

Al Paradiso

Paradiso di Pocenia (UD) – Via S. Ermacora, 1 – tel. 0432 777000 – www.trattoriaparadiso.it

Annamaria si ispira al maestro Gianni Cosetti dal quale ha preso la profonda cultura dei prodotti che continua a sviluppare con sensibilità, anche grazie al marito Aurelio e alla figlia Federica.