Manca poco ormai all’uscita della nuova edizione della guida, che sarà disponibile nelle librerie a dicembre. L’appuntamento con la consueta presentazione nazionale di Vinibuoni d’Italia alla stampa e al pubblico e la degustazione delle eccellenze vitivinicole premiate è rimandata, in attesa di superare il periodo di emergenza.

In quest’anno complicato le aziende vitivinicole, ancor più che in passato, hanno riconosciuto nel lavoro di promozione svolto da Vinibuoni d’Italia uno strumento forte di valorizzazione e divulgazione della cultura enoica italiana strettamente legata alla tipicità, alla rarità e alla diversificazione che i vini da vitigni autoctoni sanno comunicare.

Un’edizione che segna un record per quanto riguarda i vini ricevuti in degustazione.

Quasi trentamila etichette che testimoniamo, in un momento così difficile, la voglia di ricominciare e di comunicare con determinazione la forza e la tradizione del vino da sempre pilastro dell’economia italiana.

Lo sforzo delle varie commissioni regionali che si sono adoperate per svolgere il loro lavoro in sicurezza e con il rigore di sempre è stato quindi premiato da tantissime aziende che hanno visto nella guida un’occasione importante per rimettersi in gioco e ripartire.

È quindi un’edizione ancora più ricca del solito, con 1884 aziende selezionate (+6% rispetto al 2020), e proprio per questo grande numero di campioni ricevuti e per la qualità eccezionale che non è stata scalfita da questo periodo difficile abbiamo scelto di mettere maggiormente in evidenza il meglio della produzione, selezionando solamente i vini che hanno ottenuto un punteggio minimo di 3 stelle su 4.

A malincuore, per ragioni di protocollo Covid-19, abbiamo dovuto rinunciare a ospitare, durante le finali nazionali, le commissioni parallele del progetto Oggi le Corone le decido Io. Non è quindi presente in guida quest’anno la Corona del pubblico.

Vinibuoni d’Italia 2021 si arricchisce inoltre di un inserto dedicato agli spirits, un mondo che raccoglie un numero crescente di appassionati e ha saputo radicarsi al territorio, con espressioni che raccontano un patrimonio di biodiversità su cui puntare sempre più, al pari di ciò che succede per i vitigni autoctoni.
Autenticità e unicità contraddistinguono quindi i protagonisti di Spirito Autoctono, un primo passo, in collaborazione con il concorso nazionale Be Spirits, verso una vera e propria guida ai distillati, agli amari e ai bitter che raccontano il Belpaese attraverso l’utilizzo di botaniche a forte caratterizzazione territoriale.

Le Corone di Vinibuoni d’Italia 2021

Le Golden Star di Vinibuoni d’Italia 2021

Le Aziende selezionate nell’edizione 2021