Dopo quattro giorni di business e promozione per il mondo vitivinicolo, il 51° Vinitaly chiude registrando 128 mila presenze da 142 nazioni. In crescita l’internazionalità del salone che quest’anno ha visto aumentare i top buyer stranieri accreditati che toccano quota 30.200 (+8% sul 2016), sul totale dei 48 mila visitatori esteri. Un risultato importante che ha segnato un grande interesse verso il mondo dei vitigni autoctoni, sempre più protagonisti dei mercati.

Enoteca Italia, organizzata e gestita dalla Redazione di Vinibuoni d’Italia, è stata il punto di attrazione della manifestazione. Enoteca Italia è la soluzione ideata dalla guida per favorire gli operatori di settore alla ricerca del vino che un’agenda fitta di appuntamenti a volte non permette loro di scoprire. Infatti molti buyer hanno fatto tappa proprio nello stand di Enoteca Italia, dove oltre 350 etichette in bella mostra sono state presentate dai sommelier della guida con informazioni immediate. Un colpo d’occhio rapido sui vini da vitigni autoctoni di tutte le regioni italiane a cui ha fatto seguito la comoda ed immediata possibilità di degustare in maniera professionale tutte le referenze presenti. Tempi azzerati per buyer e wine lovers, che anche in questa edizione hanno decretato il successo di Vinibuoni d’Italia.

Il racconto dei vini nelle sue numerose interpretazioni a giornalisti, operatori di settore e appassionati ha offerto altresì la possibilità di crescita culturale attraverso laboratori di abbinamento che hanno avuto protagonisti i salumi Levoni e il Grana Padano in abbinamento a chicche enologiche selezionate appositamente da Vinibuoni d’Italia. Un sistema di “avvicinamento” alla cultura enogastronomia che ha dato grande soddisfazione ai produttori presenti e a tutti i visitatori.

Infine il momento del voto a cui hanno partecipato oltre mille appassionati di bollicine. Infatti con l’iniziativa “Vota la tua Sparkling Star” il pubblico ha potuto esprimere il proprio giudizio decretando, nelle varie categorie di spumanti, quello che a loro gusto è risultato il migliore.

METODO CLASSICO

Spumante Metodo Classico Brut Soldati La Scolca d’Antan 2005 – LA SCOLCA

Spumante Metodo Classico Brut Rosé Soldati La Scolca d’Antan 2005 – LA SCOLCA

Spumante Metodo Classico Brut Parusso 2012 – PARUSSO

FRANCIACORTA

Franciacorta Docg Extra Brut Millesimato 2012 – BERSI SERLINI

Franciacorta Docg Millesimato Pas Dosé Castello di Gussago La Santissima – CASTELLO DI GUSSAGO LA SANTISSIMA

Franciacorta Docg Millesimato Brut Cuvette 2008 – RICCI CURBASTRO

OLTREPÒ PAVESE

Oltrepò Pavese Metodo Classico Docg Brut Virtus Millesimato 2009 – VIGNE OLCRU

Oltrepò Pavese Metodo Classico Docg Pinot Nero Brut Victoria Millesimato 2009 – VIGNE OLCRU

Oltrepò Pavese Metodo Classico Docg Pinot Nero Rosé Cruasé Brut – TERRE D’OLTREPÒ

TRENTO DOC

Trento Doc Rosé Extra Brut 2012 – MOSER

Trento Doc Brut Rosé Abate Nero Millesimato 2012 – ABATE NERO

Trento Doc Rosé Brut Piancastello 2011 – ENDRIZZI AZIENDA VITIVINICOLA

METODO CHARMAT

Sannio Doc Aglianico Rosato Spumante Extra Dry Animanera – ROSSOVERMIGLIO

Spumante Brut Rosé Gran Cuvée Particolare – TENUTA DEL BUONAMICO

Terre Siciliane Igt Bianco Spumante Brut Chenin Blanc Mandrarossa 2016 – CANTINE SETTESOLI

PROSECCO

Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Brut – DRUSIAN FRANCESCO

Prosecco Doc Treviso Spumante Extra Dry Gujot – DRUSIAN FRANCESCO

Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Extra Dry Metodus – ARIOLA VIGNE E VINI

SPUMANTI DOLCI

Spumante Particolare Gran Cuvée Dolce – TENUTA DEL BUONAMICO

Moscato Spumante Dolce La Postilla – CANTINE DEL NOTAIO

Spumante Dolce Verduzzo Friulano Gran Dessert – CANTINA PRODUTTORI DI CORMÒNS