La Cantina di Santadi nasce nel 1960 nel Sulcis, Sardegna sud-occidentale, con l’obiettivo di dare visibilità e identità alla cultivar principe del territorio, il Carignano, senza trascurare i vitigni bianchi tradizionali Vermentino, Nuragus e Nasco. Con la consulenza del grande enologo Giacomo Tachis, si ottengono vini a base Carignano dal contenuto estrattivo esuberante, con nobili tannini e di perfetto equilibrio. Il ponderato uso della barrique francese chiude armoniosamente il ciclo evolutivo di questi emozionanti vini. Ai grandi rossi Terre Brune, Rocca Rubia, Noras, Araja, Grotta Rossa e Antigua, si accostano i raffinati bianchi, figli dell’antica tradizione enologica abbinata alle nuove tecnologie. La Cantina ha iniziato a produrre Metodo Classico a partire dal 2010. I vigneti di Vermentino da cui si ottiene sono allevati a spalliera nell’areale di Santadi su terreni di medio impasto, sabbiosi e argillosi.
La raccolta delle uve viene effettuata a mano e in cassette.Ha colore paglierino con riflessi dorati e bollicine fini e persistenti; il profumo è caratterizzato dalle note speziate del Vermentino, dalla frutta a polpa bianca e dall’uva spina. In bocca è morbido, pieno, lungo, con una sapidità molto caratteristica dell’uva e del terroir sulcitano. Ancora frutta sul finale e piacevolezza da primato.

Cantina di Santadi
Via Giacomo Tachis, 14
Santadi (SU)
Tel. 0781 950127
www.cantinadisantadi.it