Nel comune di Furore, piccola area della Costiera Amalfitana a circa 500 metri sul livello del mare, scavate nella roccia dolomitico-calcarea si trovano le cantine di Marisa Cuomo dove dimorano i pregiati vini prodotti con le uve cresciute aggrappate alla roccia a strapiombo sul mare.
È in questa cornice suggestiva che Marisa e Andrea Ferraioli, accompagnati da un carissimo amico, il professor Luigi Moio enologo e docente universitario tra i massimi esperti italiani del settore, sono riusciti a produrre vini unici, capaci di emozionare gli appassionati di tutto il mondo. Le vigne sono coltivate su un terreno dolomitico con sistema di allevamento a pergola su meravigliose terrazze a picco sul mare sostenute da muretti a secco, le ‘macerine’. Un lavoro certosino, gestito con grande impegno e fatica in un ambiente estremo in cui le viti aggrappate alla roccia sono esposte al caldo del sole e alla salsedine del Mediterraneo. Le varietà d’uva tutte autoctone, un patrimonio ampelografico unico, hanno trovato in questi luoghi di incomparabile bellezza il loro habitat ottimale; come il Piedirosso (localmente detto Per e Palummo) e l’Aglianico che danno vita al Furore Rosso dal colore rosso con riflessi rubino e un profumo caratteristico di ciliegia matura, liquirizia dal sapore morbido, caratterizzato da un piacevole fondo di note speziate.

Marisa Cuomo
Via G.B. Lama, 16/18
Furore (SA)
Tel. 089 830348
www.marisacuomo.com