Una lonza di maialino da latte con cotenna; 50 g di rosmarino, 1 spicchio di aglio, sale, pepe, 2 mele, 1 radice di kren, olio evo del Carso.

Tritare il rosmarino e lo spicchio d’aglio; in una ciotola versare il sale e il pepe e aggiungervi il trito di rosmarino. Distendere la lonza e pareggiarla, in modo tale che tutte le parti siano della stessa grossezza. Cospargerla con il trito e arrotolarla, così da formare un arrosto. Infornare con un filo d’olio a 120 °C per 4 ore circa. Nel frattempo sbucciare le mele e cucinarle in una pentola antiaderente con qualche goccia di limone, onde evitarne l’ossidazione. Tagliare il maialino a fette non troppo sottili; sul fondo di un piatto ben caldo versare il purè di mele, adagiare due fette di maialino e nappare con la salsa che si sarà formata in cottura. Grattugiare un po’ di kren e servire subito.

Il kren e la mela Seuka

Il kren, ovvero il rafano, è una radice balsamico-piccante usata frequentemente nella cucina friulana. La mela Seuka, frutto tipico delle Valli del Natisone purtroppo a rischio estinzione, è tuttora utilizzata nella tradizione culinaria locale ed è davvero inconfondibile. Il suo profumo e il suo aroma intenso la rendono unica al punto che le generazioni passate la usavano per profumare la biancheria nei cassettoni.

Vino consigliato: Friuli Colli Orientali Doc Refosco dal Peduncolo Rosso
Vino che ben accondiscende questa ricetta con i suoi profumi ricchi di piccoli frutti rossi, speziato e balsamico.

Al Ponte

Viale Trieste, 122 – Gradisca d’Isonzo (GO) – tel. 0481 9921 – www.albergoalponte.it

Nello stile di Luca l’impronta delle innumerevoli contaminazioni del Friuli. Declina con uguale creatività sia la cucina innovativa di pesce, sia quella della tradizione friulana e di territori.