500 g di farina di mais per polenta, metà bianca e metà gialla, 4 cefali otragani o cefali dorati da 300 g l’uno, 4 spicchi d’aglio, olio evo di Russiz Superiore in Collio, 1 cl di vino bianco, sale e pepe.

Per gli gnocchetti di polenta: preparare le due polente – ognuna per colore di farina – in modo tradizionale facendo attenzione che non risulti troppo dura. A cottura terminata, metterla in una sacca da pasticciere, che consigliamo d’avvolgere con un panno per non scottarsi, dato che la polenta deve essere ancora caldissima. Quindi, in un piano di lavoro leggermente unto con un filo d’olio, fare scorrere la sacca creando strisce gonfie e lunghe come si fa per gli gnocchi tradizionali; attendere che si raffreddino e tagliare la polenta a mo’ di gnocchetti. Nel frattempo pulire i cefali e sfilettarli togliendo loro la pelle.
Per la salsa: rosolare in padella gli scarti del pesce con aglio tritato e un filo d’olio; sfumare col vino bianco; aggiungere un po’ d’acqua e terminare la cottura finché la salsa si restringa in modo adeguato. Filtrarla con un colino e aggiustarla di sale e pepe.
Tagliare a listarelle i filetti e rosolarli in una padella antiaderente ben calda. Bagnare la salsa con un filo d’olio e aggiungerla ai filettini di pesce. Quindi versarvi gli gnocchi che verranno cotti assieme al pesce per 5 minuti a fuoco lento, così che possano assorbire il sugo fin quasi ad asciugarlo. Servire in un piatto fondo ben caldo e guarnire con un filettino di otragano.

Otragano

Otragono o Lotragono è una varietà molto pregiata di cefalo dorato tipico dalla Laguna di Grado e del Golfo di Trieste. Si tratta di una vera chicca poco conosciuta che è commercializzata dalla Cooperativa dei Pescatori di Grado, che, nata nel 1930, rappresenta tuttora una delle realtà più importanti della regione.

 

VINO CONSIGLIATO: Friuli ANNIA  Doc Pinot Bianco

Vino friulano raro piacevolmente fruttato, con sapore asciutto, morbido, armonico, di grande persistenza.

All’Androna

Via Calle Porta Piccola, 6 – Grado (GO) –
tel. 0431 80950 –  www.androna.it

La cucina di Allan e Attias è ricca di una piacevole creatività, ancorata alla lunga tradizione della cucina marinara gradese, ma capace al tempo stesso di farsi moderna.
Sempre pesce di giornata.