I 30 coordinatori regionali riuniti a Buttrio hanno assegnato i massimi riconoscimenti ai vini di eccellenza. Forte successo per l’evento “Oggi le Corone le decido IO”. Giornalisti e blogger al voto sugli stessi vini analizzati dai coordinatori regionali confermano l’ormai consolidata trasparenza della guida del Touring Club Italiano. Al Friuli Venezia Giulia 33 corone.

SCARICA L’ELENCO DELLE CORONE DI VINIBUONI D’ITALIA EDIZIONE 2017

• Con la cerimonia pubblica che si è tenuta sabato 30 luglio alle 18,30 a Villa di Toppo Florio a Buttrio (UD) si sono ufficialmente conclusi i lavori della guida Vinibuoni d’Italia 2017 del Touring. La cerimonia di proclamazione delle Corone ha visto la partecipazione di molti produttori della Regione, che con la loro presenza hanno sottolineato il grande successo dei vini friulani con 33 corone ottenute su 43 finalisti presentati.
Il grande impegno organizzativo della Pro Loco Buri in collaborazione con Ersa e Turismo FVG ha permesso l’andamento regolare e perfetto delle degustazioni che anche quest’anno hanno coinvolto i 30 coordinatori regionali della guida che nella tre giorni di Buttrio si sono impegnati a fondo nella difficile individuazione dei vini che hanno meritato l’ambito premio della Corona con voto palese di maggioranza.

Alla Finale di Buttrio sono giunti 700 vini in rappresentanza di tutte le regioni italiane, vini ottenuti da affermati vitigni autoctoni italiani, ma anche da vitigni poco conosciuti che rappresentano l’orgoglio e la ricerca operata negli ultimi anni da vignaioli attenti a rivalutare l’immenso patrimonio ampelografico della Penisola.

• Le corone. Una selezione senza dubbio rigorosissima.
Hanno raggiunto l’ambito riconoscimento della Corona 491 vini. Insigniti della Golden Star, sono stati 209. Un risultato eclatante che sanziona definitivamente una grande crescita qualitativa che evidenzia vini autoctoni capaci di esprimere eleganza, finezza, equilibrio, qualità e precisa espressione del varietale e del territorio.
Per la 14° edizione della guida sono stati degustati circa 26.000 campioni con un incremento del 4% rispetto ai vini degustati lo scorso anno. Tutti i campioni sono stati degustati “alla cieca” dalle diverse commissioni regionali nelle fasi di selezione. I 700 vini che sono stati ammessi alle finali rappresentano appena il 2,69% delle etichette partecipanti. Un dato che evidenzia il rigore con cui vengono selezionati i vini per l’ammissione alle finali. A suffragare il rigore sono inoltre i vini che hanno ottenuto la Corona di Vinibuoni d’Italia, che rappresentano appena l’1,88% del totale dei vini degustati.

• In questi numeri sono considerati anche gli spumanti Metodo Classico, che in gran parte non sono da autoctoni. Una riflessione merita il voto che sancisce il successo degli spumanti Metodo Classico italiano, che come afferma Alessandro Scorsone, curatore nazionale della sezione “…rappresentano il nuovo fiore all’occhiello dell’enologia italiana, grazie ad una migliore conduzione dei vigneti, delle tecniche di vinificazione e della nuova attenzione rivolta al Dosaggio Zero.

•  Il riconoscimento top della Corona è stato sancito con voto palese delle tre commissioni in cui – durante le finali  – sono stati suddivisi i coordinatori regionali., esclusi tuttavia dal voto sulla propria regione. Il diploma di merito verrà assegnato anche quest’anno alle aziende che hano ottenuto la Corona durante l’inaugurazione di Merano Winefestival.

• Anche la Golden Star, assegnata ai vini che non hanno raggiunto la Corona, sancisce un livello di qualità eccelso del vino nella sua tipologia, perfettamente aderente al territorio e al vitigno che lo esprimono. Non si tratta dunque di una semplice gratificazione, tant’è vero che verranno a loro volta insigniti di un apposito diploma che i produttori riceveranno nelle varie presentazioni regionali della Guida previste tra la fine del 2016 e i primi mesi del 2017.

• Oggi le Corone le decido io
Ad affiancare il lavoro dei coordinatori della guida, si sono aggiunte le giurie composte da giornalisti di settore, oltre a wine lovers, quasi tutti sommellier, che hanno degustato in contemporanea gli stessi vini che venivano valutati dai coordinatori della guida. Il progetto, dal titolo “Oggi le Corone le decido IO”, ideato da Vinibuoni d’Italia sta godendo di un forte interesse tra il pubblico, tant’è vero che la richiesta di partecipazione è andata in over booking.

La grande notte delle Corone ha segnato la conclusione delle finali a Villa di Toppo Florio a Buttrio, dove gli ospiti hanno potuto degustare tutti i 700 vini finalisti di Vinibuoni d’Italia 2017, che hanno accompagnato il goloso percorso gastronomico elaborato dallo chef Zago alla scoperta delle prelibatezze della cucina tradizionale italiana abbinata ai vini finalisti, allestito dalla Pro Loco Buri in collaborazione con Ersa e con il Comune di Buttrio.