Il Lagrein è il vitigno a bacca rossa più caratteristico e pregiato dell’Alto Adige e si divide la corona di re con la Schiava. E proprio come la Schiava un tempo era principalmente prodotto nella versione rosato, ossia il Lagrein Kretzer.
Questo vitigno autoctono a bacca rossa è concentrato soprattutto lungo la conca valliva di Bolzano con maggiore concentrazione nella zona di Gries. Qui le temperature non di rado sfiorano i 40°C, condizioni climatiche eccellenti per produrre vini rossi aromatici di una pienezza straordinaria con eleganti note speziate Dopo essere quasi scomparso negli anni Settanta, il Lagrein ha iniziato ad ottenere sempre più consenso da parte dei consumatori.
Ecco alcune etichette giunte a corona che ho ridegustato e apprezzato nuovamente. Con il Lagrein alcune chicche da non perdere.

Alto Adige Doc Lagrein Vom Boden 2020  – Pfannenstielhof
Gratificanti sensazioni olfattive di piccoli frutti rossi affiancate da una traccia di violetta. Al palato è vino solido, morbido e sericamente avvolgente. Intatta la freschezza e delicata la trama tannica assolutamente non invasiva.

Alto Adige Doc Santa Maddalena Classico Nobilis 2019  – Obermoser
Ritornano intense le bacche rosse e la violetta all’olfatto; il sorso si esprime elegante, strutturato e persistente ammantato da tannini eleganti e ben inseriti con richiamo finale che lascia apparire tannini fini e vibranti.

Alto Adige Lago di. Caldaro Doc Classico Superiore Vigna Arzenhof Kalkofen 2019 –  Baron de Paoli
Conferma finezza ed eleganza olfattiva e palatale con profumi freschi e minerali di frutta in cui primeggia la mora. Il sorso riprende preciso il naso ed ha progressione sicura e raffinata, chiudendo su una trama di tannini morbidi, con finale lungo e sapido.

Alto Adige Doc Lagrein Riserva Prestige 2019  – Cantina Bolzano
Sentore fruttato di ciliegia matura, speziatura con richiami di cacao e vaniglia. Il sapore è intenso e persistente giocato su buona armonia. La chiosa verte su tannini eleganti e morbidi

Alto Adige Doc Lagrein Riserva Mirell 2018  – Ansitz Waldgries
Spettacolare potpourri dove more, mirtilli, spezie contendono spazio al cioccolato e alla china. Al sorso è decisamente fresco ce attenua in bilancia la fitta trama tannica che si innesta su corpo intenso e strutturato.

Alto Adige Doc Lagrein Riserva Segen 2018 – Cantina Merano
Ribadiamo la maiuscola interpretazione che conferma un vino complesso nel bouquet, dove si succedono aromi di ciliegie, di liquirizia e cioccolato. Il gusto si presenta con tannini ben strutturati e con un percorso decisamente morbido ed elegante; molto generosa la persistenza con proiezioni longeve.

Alto Adige Doc Lagrein Riserva Linticlarus 2018 – Tiefenbrunner
il suo profumo è intonato alla viola mammola e ai frutti di bosco. Al palato è vino pieno, morbido e molto avvolgente; caratterizzato ancora da freschezza, offre una trama tannica per nulla invasiva e chiude lungo, elegante ed asciutto.

Alto Adige Doc Lagrein Riserva Gries 2018  – Cantina Terlano
Il bouquet integra piacevoli note minerali che approdano al naso con aromi fruttati di amarena, di confettura di prugne, di spezie e di cioccolato. Il bicchiere ha pienezza, equilibrio avendo mitigato la leggera irruenza giovanile per avviarsi ad una più complessa maturità.

Alto Adige Doc Lagrein Riserva Vigna Castel Ringberg 2018 – Elena Walch
Il quadro aromatico è tuttora dettato da note di spezie e bacche rosse con accenni di cacao, mentre il sorso è definito da una struttura elegante e morbida che sfocia in un finale ricco nella trama tannica e nella lunghissima persistenza.

Alto Adige Doc Lagrein Riserva Abtei Muri 2018 – Muri Gries
Un vino che apprezzo da sempre per la sua estrema piacevolezza di beva basata su note fruttate, sentori erbacei di prato di montagna, eucalipto, spezie che ritrovo ora all’assaggio, quando la bocca percepisce equilibrio, freschezza ed eleganza.

Vigneti delle Dolomiti Igt Rosso Mos Maiorum 2017 – Messnerhof Tenuta
Definito in guida “vino monumentale”, si riconferma campione tentacolare di suggestioni portando al naso profumi di ciliegie, more e frutta matura non disgiunte da spezie e accenni terziari di the e cacao. Avvolgente e strutturato ha morbidezza e conclusione sapida ampiamente persistente.

Alto Adige Doc Santa Maddalena Classico 2015  – Der Pfannenstielhof
Stupefacente freschezza con naso fruttato e floreale di fragoline di bosco, ciliegia e accenni di violetta. In bocca ritorna piacevole la frutta, con sorso fresco, minerale e decisamente bilanciato. Piacevole e persistente, ha tannini eleganti. Veramente ottima la bevibilità.