Roero Wine Not è un appuntamento interamente dedicato al vino, che si declina in un pomeriggio di degustazioni, di sapori e di cultura, con particolare attenzione rivolta alle varietà di Roero Docg Arneis e Roero Docg. L’evento, che si terrà sabato 28 maggio presso Montà (Cuneo), sarà curato dall’Associazione Turistica Pro Loco di Montà, coadiuvata dal Comue di Montà, dall’Ecomuseo delle Rocche del Roero e dal Consorzio per la Tutela del Roero. Un format completamente outdoor che permetterà di conoscere ed apprezzare i prodotti locali circondati dai panorami rurali delle colline del Roero, luogo di antiche storie, tradizioni ed identità che si tramandano da secoli. Il centro storico della cittadina di Montà si trasforma in un laboratorio del gusto a cielo aperto.
Roero Wine Not desidera non soltanto promuovere le ricchezze naturali di una specifica area geografica, bensì porre inoltre le basi per la creazione di un sistema virtuoso, un gioco di squadra, nel quale le eccellenze della viticoltura possano esaltarsi e rafforzarsi a vicenda, presentandosi ad un pubblico di curiosi neofiti, appassionati conoscitori ed esperti operatori.
Le etichette presenti sono di altissimo livello. Sono state selezionate le varietà ed i vitigni autoctoni del Roero, alcune delle massime espressioni del territorio e della tradizione vitivinicola delle colline del Piemonte.
A partire dalle ore 16:00 le strade del centro storico di Montà ospiteranno oltre 120 etichette, fiori all’occhiello di 45 cantine provenienti da 9 comuni del Roero (Baldissero d’Alba, Canale, Castagnito, Castellinaldo d’Alba, Montà, Monteu Roero, Priocca, Santo Stefano Roero, Vezza d’Alba). In degustazione saranno presenti le denominazioni Roero Arneis Docg, Barbera d’Alba Doc, Barbera d’Alba Superiore Doc, Nebbiolo d’Alba Doc, Roero Docg e Roero Superiore Docg.
Ad accompagnare il percorso enogastronomico saranno i numerosi ospiti sul palco, che si alterneranno alle performance di artisti locali. Dalle ore 18:00, nella cornice naturale del neonato giardino delle associazioni, sei produttori vitivinicoli animeranno il dibattito “Di vigna e di vino: sei storie montatesi”, illustrando il profondo legame tra vino, agricoltura, persone e territorio.