Riparte la ricerca dei migliori spiriti italiani

Distillati, liquori di pregio, amari antichi per scoprire le eccellenze della Penisola.
Arriva anche il The WH Spirits Award!

Vinibuoni d’Italia e BeSpirits Italia lanciano la seconda edizione di “Spirito Autoctono – La Guida”, un volume (edito dal Touring Club Italiano) che orienterà il pubblico più appassionato e attento alla scoperta e alla fruizione di distillati, liquori di pregio, amari antichi, bitter e vermouth, che come veri e propri pezzi di Storia del buon bere italiano stanno attraversando un entusiastico Rinascimento. Dopo il grande successo della prima edizione si attiva l’importantissima collaborazione con il “The WH Spirits Award”: infatti le commissioni di assaggio di “Spirito Autoctono – La Guida” degusteranno e selezioneranno per la finale anche una parte dei prodotti che concorreranno al “The WH Spirits Award”. Un premio di eccellenza ed alta qualità assegnato annualmente a prodotti vitivinicoli e culinari, alle birre e quindi anche ai distillati.

L’obiettivo di “SPIRITO AUTOCTONO – La Guida” è selezionare e premiare i produttori e i prodotti più meritevoli, raccontarli e scegliere quelli che in assoluto rappresentano meglio il territorio di provenienza. Possono iscriversi tutti i produttori e/o titolari di brand di gin, vodka, grappa, bitter, amari e altri distillati. La novità di questa seconda annata della guida, sarà l’apertura della selezione anche al vermouth e ai liquori regionali. “Regola di ingaggio” sempre la medesima. Gli iscritti devono avere sede produttiva in Italia e fare uso di materie prime locali o avere come focus importante del brand la territorialità e il racconto dell’identità italiana.

Ogni etichetta censita può essere valutata fino a quattro stelle, con il massimo riconoscimento dell’Ampolla d’oro, assegnata a quei prodotti che più di tutti rappresentano l’eccellenza del settore. Le iscrizioni si chiuderanno il 15 giugno 2021, i campioni potranno pervenire entro il 30 giugno 2021. Le aziende che desiderano iscriversi possono farlo gratuitamente compilando il form sul sito ufficiale www.spiritoautoctono.it.

A seguito della richiesta di iscrizione, i produttori riceveranno una mail con i dati di accesso per compilare la scheda anagrafica e inserire i campioni da degustare. Ogni azienda può partecipare con un massimo di tre prodotti per categoria, inviando 3 bottiglie da almeno 500 ml per ogni referenza all’indirizzo fornito al termine della procedura di iscrizione. Sempre sul sito www.spiritoautoctono.it, si possono conoscere il regolamento completo, i criteri di iscrizione e di valutazione con tutte le informazioni utili per partecipare.

Per partecipare al “The WH Spirits Award” sarà necessario iscriversi nell’area produttori del sito www.winehunter.it .

Dalla grappa al gin, passando per gli amari, i vermouth, i bitter e i liquori della tradizione c’è l’imbarazzo della scelta, dai marchi più antichi, fino alla nascita di vere e proprie start-up. Studio, ricerca e riscoperta delle ricette tradizionali rendono i luoghi di produzione vere e proprie attrazioni dedicate al racconto e alla promozione. Bere bene, di qualità e italiano: questa la filosofia di “Spirito Autoctono – La Guida”: la ricerca di quel rapporto speciale e autentico tra i prodotti e le materie prime utilizzate per realizzarli.

Un lavoro certosino di ricerca svolto regione per regione da dieci commissioni. L’obiettivo sarà quello di individuare anche quest’anno i prodotti che meritano l’Ampolla d’Oro, massimo riconoscimento di “Spirito Autoctono – La Guida”.

Le degustazioni saranno operate da giornalisti, esperti nazionali e semplici appassionati, coordinati dagli ideatori di BeSPIRITS: Federica Capobianco (Pr, founder di Affinità Elettive Studio), Francesco Bruno Fadda (James Magazine e Brand Ambassador The WH Spirits Award) e Lara De Luna (Repubblica e Il Gusto, gruppo Gedi) e naturalmente dal The WH Spirits Award Helmuth Köcher. Insieme segnaleranno l’eccellenza della Penisola.

Quest’anno sarà “Spirito Autoctono – La Guida” e non più un’appendice della guida Vinibuoni d’Italia. Un manuale agile e utile per scoprire i tanti territori italiani spesso al di fuori delle rotte più battute del turismo enogastronomico e del commercio di settore, con una nuova veste grafica e un ricettario con i suggerimenti per preparare drink “perfect serve”. Insieme alla segnalazione dei migliori locali italiani dedicati al bere di qualità e la selezione delle migliori 20 aziende produttrici, sarà presente anche una sezione di infografica turistica per scoprire il variegato mondo delle distillerie italiane attraverso esperienze più complete come visite guidate, degustazioni e persino percorsi benessere.

In pillole:
Editore: Touring Club Italiano
Iscrizione e regolamento: www.spiritoautoctono.it
Prodotti in degustazione: oltre 500
Schede degustazione: 200
Informazioni \ Assistenza: spiritoautoctono@affinitaelettivestudio.com